Rafa Nadal
LaPresse

Pianificare il calendario ATP per un tennista d’alto livello è fondamentale. Partecipare ai migliori tornei, prendere parte ad alcune esibizioni e sopratutto trovare lo spazio per qualche pausa, è un compito arduo per i big del seeding. Tra questi c’è il numero 1 al mondo Rafa Nadal, il quale parlando a Marca ha svelato alcuni dei suoi impegni per l’inizio dell’annata 2020.

Il tennis non è soltanto un discorso di tornei, ma anche di partite. Nel mio calendario ci possono essere diversi tornei, ma se perdo presto sarò costretto a giocare più eventi. C’è una notevole differenza tra giocare una partita o giocarne sei, quindi non posso pianificare così in anticipo con troppa precisione. Giocherò sicuramente l’ATP Cup, gli Australian Open, giocherò con Ferrer in Kuwait e con Federer a Città del Capo, poi sarò ad Acapulco e a Indian Wells”. Un calendario fitto dunque per Rafa, il quale punta senza mezzi termini al successo in Australia per iniziare al meglio la stagione. Poi Nadal ha posto un focus sul Roland Garros terreno di casa per il tennista che è parso dominante in Francia: “Non credo che i miei avversari mi vedano come un giocatore impossibile da battere al Roland Garros, visto che qualche volta ho perso”.