zarco
AFP/LaPresse

Johann Zarco è il nome più caldo del mercato piloti in MotoGp. Il pilota francese, scottato dal mancato approdo in Honda, è rimasto sulla lista dei desideri dell’Avintia che ha continuato a corteggiarlo anche dopo un iniziale rifiuto. Corteggiamento andato a buon fine, nonostante Zarco avesse dichiarato in precedenza di considerare Avintia un team non all’altezza delle sue aspettative.

Cosa gli ha fatto cambiare idea? Lo svela lo stesso Zarco a Moto Journal: Gigi Dall’Igna mi ha assicurato che potevo fidarmi e questo mi ha fatto prendere la decisione di firmare con Avintia il prossimo anno. Visto che dubitavo ancora delle capacità del team Avintia, sono andato dal mio vecchio capo meccanico Massimo Branchini, che mi ha detto di fidarmi di Luigi. Sarà proprio Dall’Igna che si occuperà di trovarmi un buon capo meccanico. Quindi, non ritengo di aver firmato con Avinita, ma con Ducati. Il mio obiettivo nel 2020 è quello di non andare più indietro del decimo posto. Voglio essere in top 7 e passare al team ufficiale nel 2021”.