Carlo Pernat

Carlo Pernat ed il futuro di Valentino Rossi: il parere del manager ligure sul Dottore

La stagione 2019 di MotoGp è terminata, Marc Marquez ha conquistato il suo ottavo titolo Mondiale, con largo anticipo, mentre hanno completato il podio Dovizioso e Vinales. Stagione complicata per Valentino Rossi, che non è mai riuscito ad essere competitivo con la Yamaha, ma in questo weekend è riuscito a far parlare di sè per le vittoria al Ranch di Tavullia, nell’Americana del sabato e nella gara maestra della sesta edizione della 100km dei campioni.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Un campione immenso, che deve ancora decidere del suo futuro, che dipenderà dalla prossima stagione. Proprio di questo argomento ha parlato Carlo Pernat durante l’evento “Parole in pista”: “noi siamo debitori verso Valentino di tutto quello che il Motomondiale fino ad oggi ci ha dato, ci ha reso interplanetari, oggi c’è la caccia al “nuovo” Valentino, perché lui ha 41 anni fra un po’ e ha fatto 23 anni consecutivi dal “96 ad oggi al top del livello… trovatemi voi un pilota che ha corso 23 anni e il 23esimo ancora a questo livello, io non credo che sia mai esistito”, ha affermato il manager ligure.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Chiaro che quando arrivi a questa età qualcosa paghi, ma speriamo che non paghi tanto. Lui ha fatto la mossa, giusta, di mettersi in gioco con questo nuovo capotecnico, la moto va, perché Quartararo e gli altri vanno, lui è allenato e si sente fisicamente a posto, quindi prova l’ultima carta. Secondo me, se questa carta va bene, lui corre anche nel 2021, garantito, se questa carta non va… non è mica scemo… alla fine del 2020 chiude. Ma lui se vede che gira attorno al podio continua, ovvio, ma non è stupido, non è che pensa di vincere il mondiale perché ha un fenomeno di fronte per cui niente da dire. Valentino ha reso popolare questo sport nel mondo, se vai in Malesia, se vai in Australia, ancora quest’anno trovi l’80% di bandiere che sono gialle… ho paura di quando non ci sarà più, perché lui ha fatto innamorare il 25% di persone che di motori non sanno niente. Dobbiamo solo ringraziarlo, chiaro che se uno si aspetta che vinca il Mondiale… forse non ha capito niente”.

Valuta questo articolo

Rating: 4.7/5. From 6 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE