MotoGp - Giacomo Agostini difende Marc Marquez dopo gli episodi di ieri in gara al Gp d'Argentina. Secondo l'ex pilota lo spagnolo non merita ulteriori sanzioni.

La superiorità di Marc Marquez, la voglia di Valentino Rossi di continuare e l’avvicendamento in Honda tra Lorenzo e Alex Marquez.

marc marquez
AFP/LaPresse

Sono questi i temi analizzati da Giacomo Agostini ai microfoni di Marca, quotidiano spagnolo che ha subito puntato l’attenzione sulla possibilità dell’attuale campione del mondo di battere i 15 titoli iridati di Ago. “Se Marc Marquez riuscirà a superare il mio record di 15 titoli iridati? È molto giovane e ha già vinto molto, ma è possibile. E mi ha promesso che se accadrà mi inviterà alla festa con molte ragazze e amici. Tutti vogliono vincere, dalla Ducati alla Yamaha fino alla Suzuki, ma il permesso di vincere lo devi chiedere a Marquez. Si può anche rendere una moto migliore della Honda, che è quasi impossibile essendo i primi costruttori di moto al mondo. Ma loro in questo momento hanno anche il miglior pilota“.

AFP/LaPresse

Sull’eventuale ritiro di Valentino Rossi, Agostini ha ammesso: “è vero che Valentino non vince da molto tempo e non è come prima, quando vinceva ogni domenica e i titoli mondiali. Nella vita devi andare avanti, non guardare indietro. Questa è una decisione che spetta solo a lui e a lui piace correre. Se la Yamaha è felice, Valentino continuerà anche perché dentro di lui ha ancora il fuoco acceso della passione“.

AFP/LaPresse

Non è mancata poi una battuta su Jorge Lorenzo: “Jorge è un grande campione, ha vinto molto, contro Rossi e altri grandi piloti. Ma mi ha fatto molto male vedere Lorenzo soffrire con una moto ufficiale, difficile per lui e anche per Honda, non erano buoni risultati per un 5 volte iridato. È vero che ha avuto molte cadute e la testa non lo ha aiutato. Dopo la sua ultima caduta, dove è rimasto a pochi centimetri dal finire su una sedia a rotelle, ha iniziato a pensarci molto e quando ci pensi non puoi essere veloce, sono cose difficili da dimenticare. Se tornerà? Molto difficile, questo mondo è in continua evoluzione e devi essere lì in quel progresso“.

Alex e Marc Marquez
Lapresse

Al posto di Lorenzo in Honda è arrivato Alex Marquez, Ago ha espresso il suo punto di vista: “ha ricevuto un’offerta dalla Honda ufficiale e non si può dire di no, ora però verrà paragonato al fratello e sarà dura perché la gente non ha pazienza, lui non conosce la Honda e sarà il suo primo anno in MotoGP. L’importante sarà non fare paragoni. D’altra parte sono fratelli e si vogliono molto bene, sono certo che Marc aiuterà Alex, insegnandogli i trucchi della moto. Alex non poteva rifiutare un’offerta simile suo fratello lo aiuterà. Dovrà solo pensare ad imparare senza guardare i risultati di Marc e sentire quelli che diranno che Marc gira più veloce di lui, è normale per tutti l’apprendimento al primo anno in MotoGP”.