(Photo by LOIC VENANCE / AFP)

Serviva un miracolo, per la Lazio, per qualificarsi ai sedicesimi di finale dell’Europa League. I biancocelesti non ci hanno creduto fino in fondo oggi pomeriggio nella sfida contro il Rennes, cedendo 2-0. La squadra di Inzaghi avrebbe dovuto vincere oggi sperando nella sconfitta del Cluj contro il Celtic per superare la fase a gironi della competizione europea, ma al Roazhon Park non si è avverato il miracolo.

I giocatori, nonostante le dichiarazioni del ds della Lazio pre partita, secondo le quali la squadra avrebbe puntato a proseguire la sua avventura in Europa League, non sono scesi in campo con la stessa convinzione del dirigente laziale cedendo al gioco dei rivali, che hanno regalato al loro pubblico di casa una bella vittoria grazie alla dppietta di Gagnon, a rete al 30′ e all’87’.

Un primo tempo amaro e deludente per la Lazio, ch enon è riuscito a costruire il gioco, senza nemmeno un tiro in porta e con molti errori in difesa. Assenti Immobile e Caicedo che non sono riusciti a fare la differenza contro un buon Rennes.

Al ritorno in campo dopo l’intervallo la storia non è cambiata, con la Lazio nervosa e rassegnata dalla notizia del risultato dalla Romania. Tensione alle stelle con una rissa tra Salin e Luis Alberto, che ha visto coinvolto anche Immobile. Una Lazio spenta e poco determinata con in testa forse già la sfida Champions contro il Cagliari.

 

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE