Milinkovic-Savic
Foto Fabrizio Corradetti / LaPresse

Sorpasso non riuscito, anzi vero e proprio incidente. La Juventus manca l’occasione di riportarsi davanti all’Inter, non riuscendo a sfruttare il pareggio dei nerazzurri contro la Roma. Bianconeri fermati dalla Lazio, nel match che segna il primo ko stagionale dopo 14 partite passate da imbattuta.

Cristiano Ronaldo
Foto Alfredo Falcone – LaPresse

Un campanello d’allarme importante, che certifica la sensazione che quest’anno, quell’aura di superiorità mentale e tecnica che rivestiva i bianconeri nelle stagioni passate, e spaventava gli avversari, sembra venir meno. Non basta più nemmeno il solito Cristiano Ronaldo, tornato al gol su azione dopo 49 giorni con la rete che ha aperto le marcatura. Juventus che subisce la seconda rimonta nelle ultime due gare partendo da una situazione di vantaggio: se contro il Sassuolo era arrivato il pareggio, contro la Lazio il 3-1 è netto, meritato.

Milinkovic-Savic
Foto Fabrizio Corradetti / LaPresse

Luiz Felipe firma il pareggio, Milinkovic-Savic si inventa il gol del vantaggio con un controllo e una conclusione pazzeschi, Caicedo chiude la gara nel finale dopo che Szczesny aveva fermato due volte Immobile, prima dal dischetto e poi sulla ribattuta. Juventus ‘tradita’ dalla sua difesa, meno blindata delle passete stagioni (15 gol in 15 gare), vera e propria garanzia per vincere lo scudetto. Attitudine accentuata dal rosso a Cuadrado di questa sera. L’attacco non va meglio: Cristiano Ronaldo prova a metterci una pezza, ma il tridente con Dybala largo e un Bernardeschi che non riesce a rendersi pericoloso, non sembra efficace.

Sarri avrà tanto materiale sul quale riflettere. Intanto l’Inter sorride: quelli che sembrava due punti persi, si sono tramutati in un punto guadagnato.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 2 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE