maurizio sarri
LaPresse

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Maurizio Sarri ha fatto il punto sulla stagione della sua Juventus. Al primo Natale da allenatore bianconero, Sarri ha intenzione di porsi come obiettivo per il nuovo anno quello di: “vincere e convincere, col predominio sulle partite, è quello che voglio; finora si è visto solo a sprazzi. Siamo ancora in una fase di alti e bassi, ci sono momenti in cui giochiamo da squadra, altri meno. Rientra nella normalità, non esiste il tutto e subito. La cosa particolare è che prendiamo gol nell’area piccola, un dettaglio che nella Juventus degli ultimi anni non si era mai visto. Dobbiamo migliorare in questo contestualmente alla crescita di elementi nuovi come Demiral e De Ligt“.

Una chiosa finale sul Napoli, sua ex squadra che sta vivendo un periodo piuttosto complicato: “il Napoli ostaggio di Sarri? Non posso dirlo da 800 chilometri di distanza. Io sono legato all’ambiente e al gruppo di giocatori grazie al quale ho fatto un grande salto di qualità“.