Un premio importante, trasformato in un’occasione per dare vita ad una raccolta fondi utile ad aiutare coloro che soffrono la fame.

Joe Burrow non ha esitato un attimo a dare vita a questo commovente intervento, sfruttando la consegna dell’Heisman Trophy come miglior quarterback del campionato universitario per far luce sulla condizioni di povertà in cui versano i suoi concittadini. Proveniente dalla città di Athens in Ohio, Joe è uno dei pochi che ce l’ha fatta, diventando uno dei prospetti più ambiti al prossimo draft di NFL.

Proprio questa sua popolarità è stata il trampolino di lancio per dare vita ad una raccolta fondi, partita grazie al discorso strappalacrime di Joe: “vengo da una zona che ha quasi il doppio del livello di povertà del resto del Paese. Io sono qui anche per quei ragazzi che dopo la scuola hanno fame e non trovano niente sul tavolo. Loro, adesso, sono qui con me, che invece ce l’ho fatta“. Parole finite su tutti i notiziari americani e sui social network, dove è partita una raccolta fondi che ha raggiunto in poche ore ben 150 mila dollari. Soldi che andranno all’Athens County Food Pantry, che serve 3400 pasti a settimana ai bisognosi e fornisce confezioni alimentari ad altre migliaia di famiglie. Una vittoria molto più prestigiosa di tutte quelle ottenute finora in carriera per Joe Burrow, che ha trovato il modo più bello per far parlare di sè.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE