Marco Alpozzi/LaPresse

Primo posto in classifica insieme alla Juventus e una compattezza ritrovata, dopo anni difficili e complicati.

Inter-Juve
Massimo Paolone/LaPresse

L’Inter è tornata a fare la voce grossa in Italia, contendendo fino a questo momento lo scudetto ai bianconeri, grazie anche al lavoro di Antonio Conte. Sulla stagione dei nerazzurri si è soffermato Samir Handanovic, intervistato ai microfoni di Sky Sport: “essere capitano dell’Inter è una responsabilità di cui sono orgoglioso, cerco di rispettarla a modo mio in campo e fuori. Siamo migliorati in molte cose, c’è molto margine per migliorare, c’è tanta disponibilità e questo gruppo va avanti insieme. Noi abbiamo il dovere, la voglia e l’ambizione di provare a vincere. Poi ci sono tante cose che passano in mezzo. La società sta facendo passi in avanti e il nostro percorso è di crescita“.

Conte
Tano Pecoraro/LaPresse
LaPresse/

Su Conte, Handanovic ha ammesso: “ho capito perché fa la differenza, mi piace il fatto che prima di aspettarsi tanto dagli altri si aspetta tanto da se stesso. A lui interessa solo il rettangolo di gioco, non gli interessa quello che dicono i giornali e valuta il sacrificio di tutti. Il girone di Champions ci ha dato consapevolezza di tante cose ma è anche un ferita aperta e ci ha lasciato anche tanta rabbia. Scudetto? Tanto facile pronunciarlo ma dobbiamo pensare a lavorare e sacrificarsi più degli altri, così possiamo pensare qualcosa di grande. Siamo ‘work in progress’“.