fmi

L’Italia è un paese per giovani. Lo è sicuramente dal punto di vista motociclistico, come hanno testimoniato i FIM Awards, la Cerimonia di Premiazione della Federazione Internazionale di Motociclismo che, domenica 1° dicembre a Monte Carlo, ha consegnato le medaglie d’oro agli iridati 2019 e un riconoscimento ai migliori progetti delle Federazioni Nazionali.

Dal punto di vista sportivo, è da sottolineare l’età media di 18,25 anni dei nostri Campioni del Mondo Lorenzo Dalla Porta (Moto 3, 22 anni), Andrea Verona (Enduro Junior, 20), Mattia Guadagnini (Motocross 125 cc, 17) e Valerio Lata (Motocross 85 cc, 14).

Ma la Federazione Motociclistica Italiana rappresenta un’eccellenza in tema di giovani (e giovanissimi) anche quando non vi sono in gioco risultati e competizioni. A Monte Carlo la FMI è stata infatti premiata con il FIM Award for the Future per le iniziative Hobby Sport e Primi Passi. Alla presenza del Presidente FIM Jorge Viegas, a ritirare il premio consegnato da Giovanni Copioli (Presidente FMI e membro del Board FIM) è stato Alessandro Maccioni, Consigliere Federale e Coordinatore della Commissione Sviluppo Attività Sportiva FMI.

I corsi Hobby Sport sono appuntamenti completamente gratuiti dedicati ai bambini tra i 7 e i 14 anni che, seguiti da Istruttori e Tecnici FMI e vestiti di tutte le protezioni necessarie, vogliono provare per la prima volta l’emozione di andare in moto. Tali prove sono effettuate in spazi chiusi predisposti appositamente per l’iniziativa. Il progetto Primi Passi rappresenta lo step successivo: anche questo gratuito per i partecipanti, è rivolto ai giovanissimi della stessa fascia di età che si sono dimostrati particolarmente abili nei corsi Hobby Sport. Ogni appuntamento prevede un briefing iniziale – in cui Istruttori e Tecnici FMI insegnano ai bambini i primi rudimenti (ad esempio l’equilibrio e la posizione del corpo) -, la vestizione (fase fondamentale in quanto i bambini imparano ad indossare autonomamente il casco e tutte le protezioni necessarie) e la prova in pista, durante la quale i neofiti prendono confidenza con accelerazione, frenata ed equilibrio prima del briefing conclusivo.

Giovanni Copioli, Presidente FMI: “Sono particolarmente entusiasta che la FIM abbia deciso di premiare la nostra Federazione per i progetti Hobby Sport e Primi Passi. Diffondere il motociclismo fra i giovani e farli appassionare è una vera e propria missione che portiamo avanti con grande spirito di iniziativa, organizzando appuntamenti loro dedicati in tutta Italia e in ogni periodo dell’anno. Tutto questo è possibile grazie alla dedizione del personale federale coinvolto, in particolare Istruttori e Tecnici che riservano il loro tempo, spesso nei fine settimana, a centinaia di giovani bambini che chiedono ai loro genitori di provare le minimoto. E che, grazie alla FMI, si divertono in sicurezza”.

Alessandro Maccioni, Consigliere Federale e Coordinatore della Commissione Sviluppo Attività Sportiva FMI: “Il FIM Award for the Future è un riconoscimento di estrema importanza, che testimonia il costante lavoro della FMI e gratifica tutti coloro che all’interno della Federazione si dedicano ai giovanissimi. Organizzare appuntamenti per i neofiti è particolarmente emozionante perché in tutta Italia è possibile ammirarne la soddisfazione, la felicità, ogni volta che provano le minimoto. Inoltre, grazie agli eventi Hobby Sport e Primi Passi, ai bambini viene trasmessa la cultura del motociclismo e i genitori possono capire da vicino quanto il nostro mondo sia aggregante e ricco di passione. L’Award deve essere per noi uno stimolo per avvicinare sempre più famiglie alle due ruote a motore. A margine sono stato davvero felice di ricevere le congratulazioni di un campione come Roger De Coster, che si è complimentato per queste iniziative FMI”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE