LaPresse

Paul George ha fatto la voce grossa nel successo dei Clippers sul campo dei Pacers, facendo registrare 36 punti nella vittoria per 99-110 dei losangelini. Il pubblico della Bankers Life Fieldhouse non ha perdonato il loro ex beniamino per il brusco addio del 2017, accompagnando ogni sua azione a dei sonori fischi.

Nel post gara, ai microfoni di ESPN, Paul George si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, lanciando un criptico messaggio: “non sono sorpreso dai fischi, è tipico dell’Indiana e degli Hoosier. Un giorno racconterò la mia versione con tutto ciò che ha portato al mio addio. Non sono io quello da fischiare, lo garantisco. Nessuna anticipazione, mi piace passare per cattivo. Io sono qui due sere l’anno, ma i soggetti da fischiare passsano molto più tempo qui del sottoscritto“. Chi si presenta più volte di Paul George al palazzetto? Probabilme che il messaggio sia stato rivolto verso la dirigenza dei Pacers.