In occasione del prossimo Consiglio Mondiale, la FIA pubblicherà una parte del rapporto relativo all’incidente che ha ucciso Hubert

La morte di Anthoine Hubert è ancora sotto gli occhi di tutti, così come il suo ricordo vive nei cuori di tutte le persone e dei piloti che lo hanno conosciuto. Lo sfortunato ragazzo francese è deceduto nell’incidente di Spa-Francorchamps, avvenuto durante la gara di Formula 2.

AFP/LaPresse

Un crash tremendo che ha coinvolto anche altri piloti, tra cui Juan Manuel Correa, alle prese con una lunga riabilitazione dopo l’infortunio alle gambe. Le indagini sulle monoposto incidentate si sono concluse e, in occasione del prossimo Consiglio Mondiale FIA in programma il 4 dicembre, verrà data lettura del rapporto che la Federazione Internazionale poi provvederà a pubblicare in parte. “La sicurezza in circuito ha raggiunto livelli incredibili, ma chiaramente l’incidente di Hubert è stato terribile e segnerà negativamente per sempre quest’anno di sport – le parole di Jean Todta vedere quel che è successo è chiaro che siamo rimasti molto colpiti in negativo, cosa che in passato non era mai accaduta. La filosofia della FIA per decenni è sempre stata quella di migliorare, dunque non voglio abbattermi troppo“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE