masi
photo4/Lapresse

Michael Masi ha svelato i motivi che hanno spinto i commissari a convocare la Ferrari dopo il Gran Premio di Abu Dhabi

La stagione 2019 si è chiusa in modo amaro per la Ferrari, il team di Maranello non solo non è andata oltre il terzo posto con Charles Leclerc in pista, ma anche ricevuto una multa di 50.000 dollari.

Leclerc
Photo4/LaPresse

Il motivo? La discrepanza tra la quantità di benzina dichiarata e quella effettivamente trovata dai responsabili della Federazione nel serbatoio di Leclerc, una differenza di peso che ha spinto i commissari a vederci chiaro. Molti si sarebbero aspettati che la questione venisse risolta prima della gara, ma il direttore di gara Masi ha sottolineato come non sarebbe stato possibile: “è facile suggerire che la questione avrebbe dovuto essere gestita più rapidamente. Ma avevamo da affrontare un processo giudiziario piuttosto impegnativo. Il team deve avere l’opportunità di esporre il proprio caso. Da quello che capisco è un processo piuttosto intenso, che è stato fatto ed è stato presentato alla prima opportunità. A quel punto, cinque minuti prima dell’apertura della pit lane, non ci sarebbe stato tempo sufficiente per convocare i rappresentanti del team, ascoltarli e avere la possibilità di valutare correttamente il caso. Gli steward hanno dovuto esaminare molto rapidamente ciò che dovevano fare per continuare le procedure. Ecco perché la griglia ufficiale è uscita dopo l’apertura della pit-lane”.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE