lando norris
photo4/Lapresse

Il pilota della McLaren ha analizzato la sua gara, prendendosela con se stesso dopo il sorpasso subito nelle ultime curve da Sergio Perez

Una gara positiva, terminata però con un boccone amarissimo da mandare giù. Lando Norris ha chiuso all’ottavo posto il Gp di Abu Dhabi, superato nelle ultime curve da Sergio Perez, riuscito a sorprenderlo a poche centinaia di metri dal traguardo grazie alle proprie gomme più fresche.

Norris
photo4/Lapresse

Una mazzata per il pilota della McLaren, arrabbiatosi e non poco con se stesso: “mi ha passato all’esterno alla staccata della curva 11, quella dopo i box della GP2. Mi sono difeso, sono andato all’interno. Lui è andato all’esterno e sapevo che aveva gomme più fresche. Avevo paura di fare un bloccaggio o qualcosa di stupido, quindi non sono stato abbastanza ‘duro’. Non ho cambiato abbastanza la mia mentalità. Ho corso tutta la gara in maniera calma e rilassata, occupandomi di gestire le gomme, ma in quel momento avrei dovuto essere più aggressivo e cambiare modalità di guida. Non l’ho fatto, ho solo frenato e non ho pensato che avrei dovuto allungare la staccata e lasciargli meno spazio. Fondamentalmente, sono stato un pilota di merda, perché era l’unico che dovevo battere oggi e non ci sono riuscito. Sono infastidito per questo, anche se il resto della gara è stato buono. Peccato, perché ho sprecato quanto di buono avevo fatto fino a quel momento. Sono stato contento di molte cose che ho fatto in gara, ma con quell’errore ho rovinato tutto“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE