binotto
Photo4/LaPresse

Il team principal della Ferrari ha commentato la multa di 50.000 dollari comminata alla Ferrari per una irregolarità relativa al quantitativo di benzina

Christian Horner prima della gara di Abu Dhabi era stato chiaro: “Leclerc non può scampare alla squalifica“. I commissari hanno però preso una decisione diversa, comminando alla Ferrari una multa di 50.000 dollari per una differenza di 4,88 chili di carburante (in più) sulla monoposto del monegasco rispetto al dato fornito dal team.

gp abu dhabi f1
photo4/Lapresse

Una sentenza maturata dopo ben sei ore di analisi e approfondimenti, successivi alla convocazione della squadra davanti ai commissari. Una multa che Binotto ha accettato, non senza esprimere il proprio dissenso: “riteniamo che le nostre misurazioni siano corrette. Però un dato ai commissari non tornava. Quest’anno siamo stati controllati dieci volte e non c’è stato mai nessun problema. Per quanto riguarda il risultato della pista, la nostra macchina non si adatta al circuito di Abu Dhabi, in particolare al terzo settore con le curve lente. E in generale abbiamo perso prestazioni nelle ultime gare. Inoltre abbiamo dovuto gestire il consumo, soprattutto con Charles, per essere sicuri di arrivare in fondo. Il disegno della vettura quest’anno è risultato meno valido rispetto a Mercedes e Red Bull. Ma sappiamo su quali punti deboli intervenire per la prossima stagione“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE