bottas
Photo4/LaPresse

All’inizio della scorsa stagione, Valtteri Bottas ha accolto nel proprio team Riccardo Musconi, ingegnere di Hamilton passato nel box del finlandese dopo il passaggio di Tony Ross in Formula E.

Hamilton e Bottas
Lapresse

Un nuovo acquisto che ha aiutato e non poco il driver di Nastola, come ammesso da lui stesso ai microfoni di Motorsport.com: “per me è stato positivo vivere un cambiamento e vedere un modo diverso di lavorare con gli ingegneri. Ho preso anche Ricci dalla parte di Lewis, lui ha lavorato con il mio compagno di squadra, quindi conosce molto bene i dettagli della sua guida ed i modi di fare i setting alla vettura. Sicuramente per me è stata una grande opportunità, probabilmente ho raccolto più informazioni di quanto non avessi fatto in un normale meeting o dai dati che abbiamo. È stato bello avere questo tipo di approccio con la parte ingegneristica“.

Lapresse

Sul rapporto con Hamilton, Bottas ha ammesso: “non è mai stato un problema scambiarci gli ingegneri, questo mostra che prendiamo le cose per come vengono. Hamilton ha fame e vuole essere ancora migliore di quanto non lo sia già ora. Anche per lui, con persone differenti, si tratta di un’opportunità“.