Schwazer
LaPresse/Daniele Montigiani

La Corte d’Appello di Bolzano ha deciso per l’assoluzione dei medici della Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL) Pierluigi Fiorella e Giuseppe Fischetto. I due medici erano stati accusati di favoreggiamento nell’ambito della vicenda giudiziaria nata dalla prima positività al doping di Alex Schwazer, marciatore italiano che nella giornata di ieri si è visto respingere il ricorso per la presunta contaminazione delle urine prese in esame, dalle quali è poi scaturita la squalifica.

Fiorella e Fischetto, condannati a due anni in primo grado, sono stati assolti. Anche l’ed dirigente Fidal, Rita Bottiglieri, condannata in primo grado a 9 mesi, è stata assolta. In entrambi i casi “non sussiste” il fatto che aveva dato origine alle condanne.