Cassano
LaPresse/Fabio Ferrari

Svestiti i panni di calciatore, alle prese con l’inizio della sua carriera da direttore sportivo, Antonio Cassano sta interpretando con un certo seguito il ruolo da opinionista. L’ex trequartista, intervistato da Sky Sport, ha dato il suo giudizio, sempre senza peli sulla lingua, sulle stagioni di Inter e Juventus e i rispettivi obiettivi delle due squadre.

antonio conte
Massimo Paolone/LaPresse

Secondo il talento barese, i nerazzurri sono destinati a vincere lo scudetto: “io lo dico già da fine agosto: l’Inter vincerà lo scudetto, perché ha un allenatore che è un fuoriclasse allo stato puro che ti porta 15-20 punti. Me l’aspettavo lì davanti, perché Conte ti mette il fuoco dentro. E’ un allenatore che si sposa benissimo con l’idea dell’Inter. Lukaku? Devo essere sincero, non pensavo iniziasse così bene. Lavora per la squadra ed è molto intelligente. E poi dopo poco parla già molto bene l’italiano. Anche Lautaro è molto forte, ne sentiremo parlare per 10-15 anni. Vanno dati i meriti ad Ausilio per averlo preso. Esposito? Essere in una grande squadra e giocare a San Siro non è mai facile, ma lui ha il fuoco dentro e tanta voglia di fare. Deve crescere pian piano. E’ una fortuna per lui avere Conte come allenatore, lo farà maturare alla grande. Inoltre Esposito è perfetto per il suo modulo“.

Cassano si è poi concentrato sulla Juventus, alla quale da meno credito: “Sarri è un buon allenatore, ha fatto buone cose negli ultimi 3-4 anni, ma ha sempre allenato in B e in C. E’ un allenatore normale. Non scordiamoci che in estate la Juve stava mandando via Dybala e Higuain perché Sarri e Paratici non li volevano. Ora è prima con l’Inter per questi due ragazzi. Se fossero andati via non so dove si sarebbero trovati oggi… Alla Juve non vogliono giocare bene, vogliono vincere. Non so se Sarri ci riuscirà. La Champions? Ci sono tante squadre piu forti della Juve, penso per esempio a Real e City. Io la vedo dura, ho tanti dubbi”.