Alex Zanardi
LaPresse/Claudio Furlan

Il pilota italiano e campione paralimpico di handbike ha parlato di Formula 1 e MotoGp, esprimendo il proprio punto di vista su entrambe le categorie

E’ volato fino in Giappone per sentire sulla propria pelle l’adrenalina che solo la velocità sa regalare, partecipando all’evento Super GT x Dtm Dream Race, la (doppia) ‘gara dei sogni’ svoltasi ieri al Fuji.

lewis hamilton
LaPresse

Alex Zanardi ha preso il via al volante di una Bmw M4, vettura Dtm già guidata nel 2018 a Misano. Trovandosi a stretto contatto con i motori, il campione emiliano non ha potuto esimersi dal commentare la stagione di Formula 1 e MotoGp, esprimendo il proprio punto di vista sui protagonisti di entrambi i circus: “la stagione 2019 non è stata per nulla noiosa, nel 2020 vedo una lotta aperta, non diamo per scontato un altro successo di Hamilton. Stimo Lewis e faccio il tifo per lui, la sua grandezza sta anche nella forza mentale e nel saper chiedere scusa quando sbaglia, come in Brasile con Albon, è un signore e un ragazzo misurato. Da questo punto di vista Leclerc gli assomiglia, mentre Vettel nonostante l’età non ha la dote della misura. Difficile dire chi vincerà nel 2020, mi piacerebbe vedere Leclerc e Verstappen con una macchina che possa davvero competere con le Mercedes. MotoGp? Marquez è troppo forte, quest’anno la Yamaha sembrava aver fatto un bel balzo in avanti, ma Marc ogni volta in cui arriva secondo sorride, si complimenta con l’avversario, ma sa già che la domenica dopo vincerà lui. Al momento non vedo rivali“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE