LaPresse/Spada

Wesley Sneijder si lancia in una dichiarazione davvero particolare: l’ex centrocampista olandese svela di non essersi voluto impegnare per arrivare ai livelli di Messi e Cristiano Ronaldo

Wesely Sneijder è ricordato come un ottimo centrocampista per qualità e tecnica, nonostante in carriera abbia forse ottenuto meno di quello che avrebbe meritato giocando fra Real Madrid e Inter. Certo, con i nerazzurri è stato protagonista del triplete, ma quel Pallone d’Oro sfuggitogli nel 2010 lo avrebbe consacrato al top del calcio mondiale. Dal canto suo, il centrocampista olandese non ne ha mai fatto un dramma, del resto, Sneijder ha sempre sentito di poter essere al livello di Leo Messi e Cristiano Ronaldo: semplicemente però non voleva impegnarsi.

Intervistato da Fox Sport, Sneijder ha spiegato: “se avessi dato il 100% sarei stato alla pari con Lionel Messi e Cristiano Ronaldo. Semplicemente non volevo e allo stesso tempo non me ne pento. Non sono salito allo stesso livello, perché non ho voluto. I fan mi dicono ancora che avrei dovuto vincere il Pallonde d’Oro nel 2010. E io rispondo loro: ‘ragazzi, ho vinto la Champions League’. Credo che questo sia un trofeo più prezioso. Anche perché ero un giocatore che lavorava per la squadra. Questi risultati sono più significativi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE