Alfredo Falcone/LaPresse

Il giocatore brasiliano ha rivelato come il club ucraino abbia rifiutato un’offerta del Milan di 30 milioni

Negli ultimi giorni è finito sotto i riflettori per la sua reazione ai cori razzisti dei tifosi della Dinamo Kiev, nei confronti dei quali Taison ha rivolto il dito medio e scagliato il pallone.

TaisonUn po’ come Mario Balotelli a Verona, un gesto analogo che ha posto l’attenzione sul problema razzismo. Il giocatore brasiliano vorrebbe anche andarsene dall’Ucraina, ma purtroppo il suo contratto scade nel 2021 e lo Shakhtar non ha nessuna intenzione di cederlo. Intervenuto ai microfoni di Globoesporte, Taison ha rivelato: “dopo quello che è accaduto, la prima cosa che ho pensato è stata ‘Penso che sia il tempo per me di fare le valigie e andarmene’. Sarà però difficile, perché lo Shakhtar ha rifiutato una proposta del Milan in estate di 30 milioni di euro. Brasile? Sarà qui in vacanza dal 15 dicembre, ma ho un contratto con lo Shakhtar Donetsk fino al 2021″.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE