Thiago Motta
Tano Pecoraro/LaPresse

L’allenatore del Genoa ha analizzato il pareggio ottenuto in casa della Spal, un punto che comunque non migliora la classifica dei rossoblù

Un punto che non migliora la classifica del Genoa, ma una prestazione che soddisfa appieno Thiago Motta, felice per l’atteggiamento dei propri giocatori.

Spal-Genoa
Massimo Paolone/LaPresse

Il match con la Spal termina 1-1, ma l’allenatore rossoblù preferisce guardare il bicchiere mezzo pieno ai microfoni di Sky Sport: “volevamo vincere anche nel primo tempo, potevamo fare male con i centrocampisti. Con Criscito oggi abbiamo attaccato meno rispetto, tornava da un infortunio. Nel secondo tempo abbiamo cambiato, l’idea è sempre quella di attaccare e fare gol. Sono contento della prestazione di tutti. Sturaro? Non lo vengo a scoprire io, è la prima partita ufficiale dopo l’infortunio. Sono felice della sua prova, oggi quello che ha fatto è un esempio per gli altri. Giocare con questa aggressività non è scontato, nelle prossime partite ho libertà di scelta. Proseguiamo con la stessa idea di gioco. Abbiamo dimostrato di creare pericoli e occasioni da gol, potevamo chiudere la partita e vincerla. I miei giocatori hanno dato tutto. Non è da me fare rivoluzioni, sono scelte che faccio vedendo gli allenamenti. Cleonise? La società lo conosce meglio di me, così come Agudelo. Quando facciamo giocare i giovani così è perché dimostrano di essere capaci di farlo. Se volessi fare qualcosa di diverso sbaglierei. Sono convinto che possono dare una mano alla squadra. Tutti i giocatori fanno parte dei miei piani, ora abbiamo quattro giorni per preparare la partita con il Torino, sceglierò i migliori“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE