Arianna Fontana
Marco Alpozzi/LaPresse

La Nazionale azzurra sul ghiaccio giapponese, l’obiettivo è proseguire la striscia di grandi risultati iniziata nei primi appuntamenti stagionali in Nord America

Dopo le due prime tappe in Nord America la Coppa del Mondo di short track si sposta in Giappone, a Nagoya, dove nella notte italiana prende il via il terzo appuntamento stagionale del circuito internazionale. Presente anche la Nazionale tricolore dei due allenatori Assen Pandov e Ludovic Mathieu, pronta a scendere sul ghiaccio dopo le prime due positive uscite. Dodici gli azzurri convocati: Arianna Fontana (Fiamme Gialle), Martina Valcepina (Fiamme Gialle), Elena Viviani (Fiamme Gialle), Nicole Botter Gomez (C.P. Pinè), Cynthia Mascitto (Skating Club Courmayeur), Arianna Sighel (Fiamme Oro), Mattia Antonioli (Esercito), Yuri Confortola (C.S. Carabinieri), Tommaso Dotti (Fiamme Oro Moena), Andrea Cassinelli (Velocisti Ghiaccio Torino), Davide Viscardi (Esercito) e Pietro Sighel (Sporting Club Pergine).

Occhi puntati, come al solito, sulla coppia di campionesse azzurre, Arianna Fontana e Martina Valcepina, già a quota tre medaglie (una per la prima, due per la seconda) già raccolte tra Salt Lake City e Montreal. Valcepina punterà in particolare ancora sui suoi 500 metri (di cui è leader nella classifica di specialità) anche se nell’ultima occasione ha sforato il podio pure sui 1000, mentre la Fontana continuerà un percorso di crescita che procede già a ritmi vertiginosi e che le ha visto conquistare un grande secondo posto sui 1500 oltre alla solita competitività messa in mostra su tutte le distanze. Mascitto e Botter Gomez sui 1000ancora Mascitto insieme alla Sighel sui 1500 le altre atlete tricolori già capaci di entrare nelle top ten e dunque da tenere sotto osservazione.

Al maschile, soprattutto su 1000 e 1500, i più accreditati restano Dotti e Confortola mentre molta della fiducia azzurra è poi riposta in generale nelle staffette, con il quarto posto delle donne e il quinto degli uomini a Montreal che hanno dato nuova fiducia all’intero gruppo. “Il primo obiettivo è qualificare le staffette al Mondiale e per farcela ci serve superare il primo turno. Nelle gare individuali Valcepina e Fontana cercheranno di difendere la leadership di Coppa del Mondo nelle distanze preferite (500 e 1500) mentre per le altre ragazze puntiamo a piazzamenti importanti come accaduto nel Nord America – le parole di Assen Pandov -. Tra gli uomini Dotti e Confortola ci auguriamo possano replicare gli ultimi exploit e trascinare anche gli altri in belle prove. Qui in Asia è più difficile per le squadre europee viste le trasferte recenti in America e il poco tempo per smaltire gli orari: sarà importante superare le prime gare quando ai nostri sembrerà di gareggiare nel cuore della notte“.

Weekend di gare che scatta all’1.30 della notte italiana tra giovedì e venerdì con le batterie di qualificazioni su tutte le distanze, quindi le finali suddivise tra sabato (1000 e 1500) e domenica (500, ancora 1500 e staffette) a partire sabato dall’1 e domenica dalle 2 di notte (ora italiana).

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE