kawhi leonard
LaPresse/Reuters

L’azzurro resta in campo diciannove minuti e segna sette punti, Nunn regala la vittoria a Miami mentre Leonard è superlativo nel successo dei Clippers

Poche partite nella notte NBA, ma tanto spettacolo. Emozioni a non finire soprattutto nel match tra Clippers e San Antonio, con i padroni di casa che la spuntano 103-97 grazie ad un super Kawhi Leonard. L’ala piccola della franchigia di Los Angeles piazza un’esaltante doppia doppia, mettendo a referto 38 punti e 12 rimbalzi, conditi anche da un assist. Una prestazione monstre, che permette ai Clippers di riscattare il ko subito nell’ultimo match contro Utah.

Vincono e convincono anche i Pelicans di Nicolò Melli, che si impongono 122-107 su Denver. L’azzurro resta in campo diciannove minuti, segnando sette punti e prendendo 4 rimbalzi. A trascinare New Orleans ci pensano poi Ingram e Okafor, capaci di mettere a referto ben 51 punti in due. Nell’ultimo match di giornata, successo esterno per Miami che sbanca il palazzetto di Atlanta. Kendrick Nunn protagonista per gli Heat, che centrano così la seconda vittoria consecutiva e continuano a scalare la classifica.