A Palazzo Madama la presentazione della tappa finale del circuito internazionale in programma al Palavela dal 5 all’8 dicembre

Si è tenuta oggi a Palazzo Madama, a Torino, la conferenza stampa di presentazione della ISU Grand Prix of Figure Skating® Final (Junior & Senior) 2019, l’ultimo atto del circuito internazionale in programma al Palavela dal 5 all’8 dicembre 2019. Sono intervenuti alla conferenza stampa la Sindaca di Torino Chiara Appendino, l’Assessore allo Sport del capoluogo piemontese Roberto Finardi, il Presidente della Federazione Italiana Sport del Ghiaccio Andrea Gios, la General Manager del Comitato Organizzatore Marta Bertolli e il pattinatore altoatesino 17enne Daniel Grassl, primo atleta azzurro della storia a qualificarsi per la competizione maschile della Finale di Grand Prix e unico tricolore qualificatosi per questa edizione di Torino.

Dal programma di gara alla presentazione degli atleti divisi per categoria –  sia per quanto riguarda gli Junior che per i Senior (qui disponibili le entries complete) – passando per i dettagli organizzativi dell’evento, sono stati affrontati tutti i temi che concorreranno a rendere Torino la capitale mondiale del pattinaggio di figura nell’ormai tradizionale rassegna nata nel 1995 quale tappa conclusiva del prestigiosissimo Grand Prix.

Al Palavela, dove l’Italia dodici anni fa ebbe l’onore di ospitare per la prima e sin qui unica volta questa manifestazione, scenderanno infatti sul ghiaccio i sei più forti pattinatori del mondo per ciascuna delle categorie in gara: Men, Ladies, Pairs e Dance. Settantadue gli atleti complessivi provenienti da dieci nazioni con la Russia a farla da padrone con più del 50% dei pattinatori presenti. Oltre 280 gli accrediti media rilasciati per una manifestazione che ha già venduto, tra allenamenti e competizioni, più di 27 mila biglietti, di cui il 65% circa acquistato da appassionati stranieri, giapponesi e russi su tutti. Resta così la possibilità, soprattutto per il pubblico locale, di accaparrarsi gli ultimi tagliandi disponibili.

Un appuntamento, quello della Finale di ISU Grand Prix, che oltre a dare impulso all’intero movimento del pattinaggio di figura rappresenterà una vetrina per le eccellenze del “made in Italy” nonché l’opportunità per promuovere scelte di sostenibilità, di attenzione all’ambiente e di lotta agli sprechi.

Dalla distribuzione di borracce agli atleti perché usufruiscano degli erogatori di acqua allacciati direttamente alla rete idrica senza inutile consumo di plastica alla presenza di totem multimediali, anziché dei consueti e numerosi fogli di carta, per avere accesso alle informazioni e ai risultati della competizione. E poi la produzione delle medaglie con materiale interamente riciclato proveniente da materiale elettonico raccolto ovunque in giro per il mondo alla sostituzione dei fiori con bouquet in cioccolato e caramelle. Scelte innovative per mandare un segnale importante.

E importante poi, in ambito medico, anche la partnership con l’Istituto di Medicina dello Sport di Torino, eccellenza del territorio già coinvolta in passato nei numerosi eventi del capoluogo piemontese e responsabile anche durante la Finale di Grand Prix dell’intero servizio medico della competizione.

Questi gli interventi odierni dei relatori presenti:

Roberto Finardi, Assessore allo Sport di Torino: “Quello tra Torino e gli sport del ghiaccio è un rapporto solidissimo e questo è un grande ritorno a dodici anni di distanza dall’ultima volta. Il pattinaggio di figura ha un grande seguito in Italia e siamo molto grati al Presidente Gios che abbia lottato così strenuamente per portare nella nostra città un evento tanto prestigioso che tanti ambiscono ad ospitare. Torino ha fame di sport e siamo certi che questa manifestazione avrà il risalto e l’attenzione che merita da parte di tutti“.

Chiara Appendino, Sindaca di Torino: “C’è grande orgoglio e grande riconoscenza da parte nostra per avere l’opportunità di essere protagonisti in questo grande evento e i motivi di tutto ciò sono almeno tre. Primo perché questa Finale di Grand Prix avrà un impatto economico significativo dato dalla presenza dei tantissimi appassionati stranieri del mondo del pattinaggio, il secondo perché l’immagine di Torino si arricchirà nel racconto dei moltissimi media internazionali che copriranno la manifestazione dal vivo, e il terzo per i valori che lo sport sa diffondere. Ci tengo a esprimere poi il mio sostegno anche per tutti quegli interventi che porteranno questo evento nella direzione della sostenibilità e della lotta agli sprechi, è una strada in cui credo molto“.

Andrea Gios, Presidente della FISG: “Ci troviamo alla vigilia dell’evento più importante al mondo per il pattinaggio di figura, soprattutto dal punto di vista tecnico. Vedremo esibirsi sul ghiaccio campioni di altissimo livello, ragazzi che hanno frantumato record mondiali in serie e che hanno portato il livello tecnico di questa disciplina in un’altra dimensione. Abbiamo lottato tanto come Federghiaccio per portare in Italia uno spettacolo così unico e intendo ringraziare tutti gli attori che stanno rendendo possibile tutto questo, dall’amministrazione comunale ai tanti partner che ci supportano quotidianamente. Inoltre, nella Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, voglio sottolineare come noi, le donne, le abbiamo messe al centro del nostro progetto e difatti rappresentano più della metà delle persone che operano nel Comitato Organizzatore”.

Marta Bertolli, General Manager: “Siamo eccitati ed emozionati a pochi giorni da un evento che attendiamo con trepidazione e su cui lavoriamo da mesi. Abbiamo creato una squadra di professionisti giovani, dinamici e competenti che remano nella stessa direzione per fare di questa manifestazione un successo non solo sportivo ma pure organizzativo. I riscontri sono stati sin da subito positivi e la risposta di Torino sarà certamente compensata da un enorme ritorno economico e di immagine importante dovuti alla notevole componente straniera che caratterizzerà il pubblico presente nonché i numerosi media accreditati. Il Comune e i partner ci hanno garantito un supporto concreto, non scontato, nella soluzione delle normali criticità che emergono in avvicinamento a una rassegna di tale portata e per questo motivo ci tengo a ringraziarli. Voglio citare anche i volontari, tesoro di Torino a partire dal 2006, un bacino che questa città ha coltivato pazientemente e sulla cui passione e sul cui entusiamo noi fondiamo il nostro impegno“.

Daniel Grassl, pattinatore azzurro qualificato per la Finale: “Sarà davvero emozionante gareggiare davanti al pubblico italiano. Era un obiettivo che avevo da tempo e con sudore e fatica sono riuscito a realizzarlo. Sono fiducioso e darò il 100%, anche se l’idea gareggiare davanti a tutte queste migliaia di persone fa già un certo effetto…“.

Dalla prima fila sono intervenute anche Anna Cappellini e Valentina Marchei, ex pattinatrici azzurre di altissimo livello oggi coinvolte all’interno del Comitato Organizzatore: “Siamo grate per avere avuto l’opportunità di dare il nostro contributo in un evento così speciale. Stiamo provando a mettere la nostra esperienza di ex atlete al servizio di questa manifestazione e nel farlo abbiamo scoperto un mondo che non conoscevamo, fatto di mesi di lavoro, di sudore e di passione per offrire uno spettacolo all’altezza delle aspettative. Siamo abituate a giocare di squadra, a lottare per guadagnarci i centesimi che possono significare una vittoria e con questo spirito stiamo affrontando questa sfida meravigliosa“.

Sul sito www.torino2019.com potrete trovare maggiori informazioni sulla venue, sul programma delle gare, degli allenamenti e tutti i dettagli di questa appassionante settimana di sport. Questi, infine, i partner coinvolti in prima persona nella realizzazione dell’evento: IREN, Culligan, Engo, IMSTO, Karisma, Caffè Borbone, ReMedal, Ego Chocolat ed RDS.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE