LaPresse/Xinhua

Sun Yang si difende in tribunale dalle accuse di doping: il nuotatore cinese etichetta come ‘non regolari’ i controlli effettuati

Sun Yang si difende in tribunale. In quel di Montreux, il nuotatore cinese ha testimoniato difendendosi dalle accuse di aver distrutto un campione del suo sangue con un martello, al fine di evitare una possibile sospensione per doping prima del Mondiale. Sun Yang rischia da 2 a 8 anni di spospensione, ma davanti alla corte di arbitrato dello sport (Cas) ha contestato la validità del controllo spiegando che gli uomini che si sono presentati per effettuare il test: “non sono stati in grado di mostrarmi i documenti che dimostrano la loro identità, quindi come potrei consentire loro di prelevare il mio campione?“, aggiungendo inoltre che i documenti che gli sono stati sottoposti “non erano validi“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE