LeBron James
LaPresse

LeBron James allontana il ritiro e svela il suo sogno nel cassetto: il ‘Re’ vorrebbe giocare almeno una stagione contro il figlio Bronny

LeBron James non ha la minima intenzione di smettere, per fortuna. Il numero 23 dei Los Angeles Lakers è giunto alla sua 17ª stagione in NBA e compirà 35 anni il prossimo 30 dicembre, ma gioca con la forza e la voglia di un ragazzino.

Intervistato dopo la vittoria sui Kings, arrivata anche grazie ai suoi 29 punti e 11 rimbalzi, LeBron ha allontanato l’ipotesi ritiro spiegando di voler giocare insieme al figlio Bronny per almeno una stagione: “non penso al ritiro, in questo momento no. Non per come mi sento ora come ora. Finché mi sentirò bene e finché potrò giocare ad alti livelli e sarò mentalmente ostico e sarò lì pronto e finché darò il massimo e niente potrà distrarmi da quello che per me è l’obiettivo principale, allora probabilmente continuerò a giocare. Quando fisicamente non riuscirò o mentalmente non starò benissimo o se non mi approccerò al match nel modo in cui normalmente ho fatto nella mia intera carriera da quando ho preso in mano un pallone da basket, allora potrete iniziare a pensare che è la fine. Io e Tom Brady siamo fatti nella stessa maniera: giocheremo fino a quando riusciremo a rimanere in piedi. Affrontare mio figlio Bronny in NBA almeno per un anno? Sarebbe il più grande traguardo della mia carriera”.