Credits: Instagram @Raptors

Kawhi Leonard non ha preso parte al big match contro i Milwaukee Bucks: un riposo precauzionale che non ha fatto felici i tifosi

Nella notte italiana, i Clippers sono stati sconfitti dai Milwaukee Bucks di uno straordinario Giannis Antetokounmpo. Mentre gli ospiti hanno potuto contare sul leader greco, autore di 38 punti, 16 rimbalzi e 9 assist, fra le file dei Clippers si è sentita l’assenza di Kawhi Leonard.

new balance kawhi leonardL’MVP delle scorse Finals NBA è stato tenuto a riposo precauzionale dalla franchigia, scelta che ha incontrato il consenso dell’NBA che di recente ha modificato le proprie politiche in merito alle ‘assenze programmate’ dei top player, da effettuare solo in casi in cui la necessità è evidente, per non influire sullo spettacolo. Attraverso un comunicato l’NBA si è detta d’accordo con la decisione dei Clippers: “per quelle che sono le politiche della lega relative al riposo dei giocatori, Kawhi Leonard, alle prese con un problema al ginocchio, oggi non è un giocatore completamente in salute e come tale viene considerato dai Clippers. La NBA, insieme al proprio direttore del dipartimento di medicina sportivo, è d’accordo con l’opinione della franchigia che oggi Leonard non è nelle condizioni sufficienti per giocare all’interno di un back-to-back”.

La scelta ha scatenato grosse polemiche fra i tifosi, non solo per il risultato, ma anche per aver pagato un prezzo del biglietto abbastanza elevato, giustificato anche dalla presenza in campo di una stella come Kawhi Leonard. Doc Rivers è intervenuto a placare gli animi: “Kawhi si sente alla grande. Ma se si sente così è proprio perché gli stiamo concedendo questo tipo di riposi. Continueremo a farlo, non c’è la minima preoccupazione da parte nostra, vogliamo solo essere sicuri che tutto vada per il meglio. Lui stesso ha affermato di non essersi mai sentito così bene ed è nostro dovere assicurarci che possa continuare a sentirsi così. Capisco il dispiacere dei tifosi, sono un tifoso di questa lega anch’io e mi dispiace ma noi dobbiamo fare quello che è giusto per i nostri giocatori. Glielo dobbiamo, fa parte dei nostri doveri. So che per un tifoso è un brutto colpo, la verità è che non c’è una risposta che possa soddisfare tutti”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE