LaPresse/Reuters

Dopo un anno di stop, Carmelo Anthony trova finalmente una squadra per poter tornare in campo: sarà Portland a dargli fiducia con un contratto non garantito al minimo salariale

L’8 novembre 2018 la sua ultima partita in carriera, due punti soltanto segnati nella pesante sconfitta di Houston sul parquet di Oklahoma. Da quel momento in poi più nulla fino ad oggi, giorno in cui Carmelo Anthony torna finalmente a giocare.

LaPresse/Reuters

Secondo quanto riportato da ESPN, i Portland Trail Blazers hanno deciso di puntare sul giocatore statunitense, facendogli firmare un contratto annuale non garantito al minimo salariale, ovvero a 2.4 milioni di dollari. Un accordo che permette alla franchigia dell’Oregon di ‘tagliare’ Melo dal roster senza alcun costo aggiuntivo in ogni momento. Una trattativa chiuse proprio nelle ultime ore, dopo l’intensificarsi dei contatti tra il capo della dirigenza di Portland, Neil Olshey, e l’agente del giocatore Leon Rose. Stretta di mano e firma sui contratti, con Carmelo Anthony che dovrebbe unirsi alla squadra per la lunga trasferta di sei partite che attende Portland, al momento al terzultimo posto nella Western Conference con 4 vittorie e 8 sconfitte. I Blazers affronteranno San Antonio, Houston, New Orleans, Milwaukee, Cleveland e Chicago: sei partite decisive per l’intera stagione, da affrontare con un Carmelo Anthony in più nel motore.