Ancelotti
Lapresse

Subito dopo il pareggio ottenuto al San Paolo contro il Salisburgo, i giocatori azzurri hanno rifiutato il ritiro imposto da De Laurentiis, tornando a casa invece che a Castel Volturno

Il Napoli è sempre più una polveriera, a maggior ragione dopo quanto successo ieri sera al San Paolo. Subito dopo il pareggio ottenuto contro il Salisburgo, si è accesso un violento diverbio nello spogliatoio tra i giocatori e il figlio del presidente De Laurentiis, recatosi da Mertens e compagni per comunicargli il prolungamento del ritiro a Castel Volturno.

Napoli vs Salisburgo
Cafaro/LaPresse

Una decisione che non è piaciuta a parecchi senatori che, contrariamente a quanto imposto dal numero uno del club, hanno deciso di raggiungere le proprie automobili facendo ritorno a casa. Come se non bastasse, a questo si è aggiunto il silenzio della società e dello stesso Ancelotti, non presentatosi davanti alle telecamere dopo l’1-1 del San Paolo. Solo l’allenatore di Reggiolo però, al contrario di quanto aveva detto in conferenza, ha accettato il ritiro facendo ritorno a Castel Volturno insieme al proprio staff. Dunque si prospetta oggi una giornata davvero di fuoco a Napoli, è attesa la reazione di De Laurentiis a questo vero e proprio ‘ammutinamento’, che potrebbe portare a conseguenze piuttosto gravi.