ancelotti
LaPresse

A tutto Ancelotti: le parole del tecnico del Napoli alla vigilia della sfida di Champions League contro il Salisburgo

Il Napoli si prepara alla sfida di Champions League di domani sera ed è stato Carlo Ancelotti a svelare le sue sensazioni e lo stato del team alla vigilia del match. Il tecnico celeste ha esordito commentando la decisione della società di mandare in ritiro la squadra fino a domenica: “devo dire che non sono d’accordo con questa decisione presa dalla società ma devo accettarla. Il mio rapporto con la società non cambia, il presidente mi ha chiamato cinque minuti fa per farmi gli auguri per l’onomastico. È una decisione presa dal club, ma resta un dettaglio insignificante per quello che invece è l’obiettivo di domani. La notizia del giorno è che domani abbiamo una gara importante che ci deve permettere di passare il girone di Champions, è un obiettivo per tutti noi e sappiamo quanto è difficile. Siamo concentrati su quello, sul cercare di fare una gara di alto livello. Tutto il resto sono dettagli, sui quali si può essere d’accordo o meno“.

Ancelotti
Lapresse

Non poteva mancare una parentesi sull’episodio di razzismo che ha visto coinvolto Mario Balotelli a Verona: “Balotelli ha fatto bene, ha avuto una reazione giusta. Ci sono stati due episodi, sono state interrotte le partite: siamo sulla strada giusta“.

Ancelotti
AFP/LaPresse

Cosa penso del Var e degli arbitri? E’ un momento di confusione, ma non ne voglio piu’ parlare“, ha aggiunto Ancelotti prima di commentare la situazione del Napoli in campionato: “preoccupato della classifica? Se non lo fossi sarei superficiale. Sono preoccupato ma mantengo la calma, perché è giusto valutare la situazione a mente fredda. La squadra ha fatto vedere determinate cose, sorprende ancora di più quando queste cose non riesce a mostrarle. Fortunatamente la Champions finora l’abbiamo gestita bene e speriamo di continuare così. Cosa ci è mancato? La continuità. In certe partite abbiamo raggiunto livelli di gioco molto alti che non siamo riusciti a mantenere. La Champions è un discorso a parte, in tutte le partite il livello d’intensità è stato alto. Se riusciamo a tenere i livelli alti abbiamo maggior margine di vittoria“.