valentino rossi
Costanza Benvenuti - LaPresse

Valentino Rossi a 360 gradi in conferenza stampa a Valencia: l’esclusione di Folger dal programma tester, i problemi con la M1 ed il ritiro di Jorge Lorenzo

Jorge Lorenzo ha annunciato oggi il suo ritiro dalla MotoGp. E’ questa la notizia del giorno a Valencia, dopo l’annuncio di questa mattina di una conferenza stampa straordinaria del maiorchino. Nella conferenza stampa piloti, dunque, non si è potuto far a meno di commentare la notizia del giorno: “credo che sia stato probabilmente uno dei grandi piloti dell’era moderna, con lui perdiamo una parte davvero importante del  nostro sport, è  un grande campione, mi ha impressionato molte volte per la velocità ma anche per la concentrazione, quando è arrivato in MotoGp è stato fortissimo dal primo momento, siamo stati compagni di squadra per tanti anni, tanti anni insieme, e personalmente credo che sia stati uno dei grandissimi rivali della mia carriera, insieme abbiamo gareggiato in alcune delle gare che ricordo con più affetto, le più belle, è un peccato che se ne vada, ma sta bene di testa e di fisico, quindi a lui i migliori auguri“, ha dichiarato Valentino Rossi.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Il Dottore si è poi concentrato sul weekend di gara che sta per iniziare: “veniamo da un bel weekend a Sepang, quindi dobbiamo continuare in questa direzione, qui a Valencia il tracciato è completametne diverso, come le condizioni e le temperature, sarà interessante capire come va la velocità, cercheremo di essere competitivi tutto il weekend e domenica in gara“.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Valentino Rossi non ha successivamente nascosto un certo disappunto nei confronti della decisione di Yamaha di escludere Folger dal progetto tester: “credo che nella MotoGp moderna la squadra dei tester sia estremamente importante, non si tratta solo di fare lo shakedown della moto come si faceva in passato, ma bisogna anche cercare di spingere la moto per capire se le novità funzionano, la Yamaha ha lavorato tanto sulla squadra di test, per me è un peccato, a volte hai bisogno di un pilota che può essere più vicino ai tempi sul giro di gara per capirci, vedremo, ma magari non cambia poi molto“.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Mentre sulle sue problematiche in sella alla moto legate al consumo delle gomme ha aggiunto: “abbiamo cercato di lavorare per migliorare questo aspetto che sapevamo essere il problema principale nel corso della stagione dopo Misano, abbiamo pensato di introdurre alcune novità in previsione dell’anno prossimo, ma semrba che le cose non siano ancora pronte e non potranno essere utilizzate. A Sepang abbiamo cercato dilavorare tanto e quindi anche verso la fine il mio passo non è andato male ma bisogna continuare a lavorarci e molto dipende dal tracciato purtroppo, non so se il problema si realmente risolto, ci sono tante variazioni sulle diverse piste“.

jorge lorenzo valentino rossi
/ AFP PHOTO / Josep LAGO

Infine, la conferenza stampa non poteva che concludersi con un ultimo ricordo legato a Jorge Lorenzo: “il ricordo migliore è il weekend di barcellona nel 2009 quando insieme abbiamo gareggiato durante tutto il weekend e quando si fa un battaglia del genere, fino all’ultima curva, c’è un qualcosa di speciale, c’è un qualcosa che ci lega anche se non sei un grande amico, questo forse è il ricordo più bello, è stata una battaglia bellissima fino all’ultimo momento. Anche al parco chiuso ci siamo abbracciati, è stato un bel momento abbiamo dato il massimo per arrivare davanti, la battaglia è stata molto serrata“.

Un po’ me lo aspettavo, è un grande peccato che finisca la carriera così, ma è difficile mettersi nei panni di un altro, ognuno ha il suo orologio, sono cose talmente personali, ogni pilota lo sente se è arrivato il momento o meno”, ha aggiunto ai microfoni Sky proprio sul ritiro di Lorenzo.