zarco
AFP/LaPresse

Stefan Pierer si pente di aver ingaggiato Zarco: le parole del CEO KTM sul pilota francese

La stagione 2019 di MotoGp è terminata da oltre una settimana, ma i piloti della categoria regina sono ancora in pista, a Jerez de la Frontera, per l’ultima sessione di test dell’anno, prima di potersi godere un po’ di meritato relax.

A Jerez manca Johann Zarco, che a Valencia è stato protagonista di un brutto incidente: il francese deve ancora definire ufficialmente con l’Avintia, ma tutto fa pensare che il prossimo anno sarà ancora in MotoGp dopo la parentesi in KTM conclusa con non pochi dissensi da entrambe le parti.

AFP/LaPresse

E’ proprio il team austriaco a parlare ancora di Zarco: “è stato un errore, non c’è niente da aggiungere. Il capitolo Zarco è finito, la separazione dopo Misano è stata la scelta giusta. Nonostante le circostanze difficili, ci siamo comportati molto bene, permettendogli di guidare in LCR dopo la richiesta di Puig”, ha dichiarato il CEO KTM a Speedweek.

All’inizio avevo delle riserve su Lecuona, perché è molto giovane. Ma devo ammettere che ha sorpreso tutti al debutto nel weekend di Valencia. Per me la Yamaha ora è un modello, perché Quartararo ha spinto Rossi e Vinales ad alzare il proprio livello. Adesso con Oliveira, Binder e Lecuona abbiamo tre  piloti giovani, competitivi. Nei test di Sepang avremo per la prima volta quattro moto identiche, cosa che in pratica non è mai accaduta nel 2019 per la velocità di sviluppo che abbiamo avuto“, ha concluso Stefan Pierer

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE