Valentino Rossi
AFP/LaPresse

Il pilota della Yamaha ha commentato l’ultima gara della stagione, chiusa con un anonimo ottavo posto

Si è chiusa con l’ennesimo risultato negativo la stagione di Valentino Rossi, classificatosi ottavo nell’ultimo Gran Premio del Mondiale 2019 di MotoGp, tenutosi a Valencia.

Rossi
AFP/LaPresse

Il Dottore ha pagato ben venti secondi dalla miglior Yamaha, quella di Fabio Quartararo, riuscito a tagliare il traguardo in seconda posizione, alle spalle di Marc Marquez. Interrogato nel post gara, il pesarese non è sembrato affatto entusiasta della sua prestazione: “è stata una gara difficile, perché il problema è sempre lo stesso: non avevo abbastanza grip al posteriore, quindi non riuscivo ad essere abbastanza veloce. Inoltre, dopo la parte iniziale della gara perdo ancora grip al posteriore e la situazione peggiora. Nelle prove di ieri avevo fatto 20 giri di fila apposta e al diciottesimo giro ho fatto 1’31″7. Oggi invece dopo 13 giri giravo un secondo più lento, ma soprattutto ero molto più in difficoltà. Non sappiamo perché, ma è così. Oggi c’erano delle condizioni climatiche al limite per una gara di moto, ma non credo che sia dipeso da quello, perché nel warm-up c’era ancora più freddo, ma il passo era buono. Correre con queste temperature è pericoloso, abbiamo visto tanti incidenti anche nelle classi minori e sono convinto che sia un rischio venire a Valencia il 17 di novembre, perché in Europa è inverno. Capisco che per la Dorna sia importante chiudere la stagione in Spagna, ma sarebbe meglio venire qui prima della tripletta e magari chiudere in Malesia con 40 gradi“.

AFP/LaPresse

Il Dottore poi ha tracciato un bilancio della sua non positiva stagione: “è stato un anno difficile e naturalmente non sono contento, perché mi aspettavo di andare meglio. Ho fatto qualche bella gara, però tante volte sono stato in difficoltà e non sono stato veloce come mi sarei aspettato, quindi è stata dura. Nella seconda parte della stagione abbiamo sofferto molto a livello di grip posteriore, ma al momento non siamo riusciti a risolverli, quindi abbiamo fatto tante gare in grande difficoltà. E’ stata una stagione tosta, ma abbiamo fatto tanti cambiamenti sia in Yamaha che nel nostro team. Il target quindi è essere più competitivi l’anno prossimo. Quartararo? E’ stato veramente forte. Mi aspettavo che lo fosse, perché la sua storia è quella di un pilota forte, ma penso che abbia sorpreso tutti. Ma credo che la Yamaha non farà l’errore del passato di nascondersi dietro ai risultati di Quartararo: sanno che abbiamo dei problemi sulla moto e che se vogliamo tornare a vincere delle gare ed il Mondiale, bisogna migliorare. Però credo che per la Yamaha sia stato positivo avere Quartararo che in tante gare è stato fortissimo“.

valentino rossi
AFP/LaPresse

Sulla nuova stagione, Valentino Rossi ha ammesso: “stanno lavorando soprattutto sul motore, ma anche sul telaio e l’elettronica, quindi penso che ci sarà qualcosa di nuovo da provare. Dobbiamo cercare di lavorare in maniera un po’ diversa durante il weekend, facendo delle strategie diverse specialmente in qualifica, dove spesso sbagliamo, ma soprattutto cercare di risolvere questi problemi di grip posteriore, perché alla fine dall’Austria quando vado male è sempre per lo stesso motivo. Questo vuol dire che non abbiamo ancora trovato la soluzione. L’obiettivo quindi è cercare di fare una stagione migliore, perché secondo me il nostro potenziale è migliore di così“.

Valuta questo articolo

Rating: 5.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE