LaPresse/Gian Mattia D'Alberto

L’ex pilota italiano ha ammesso come difficilmente Valentino Rossi riuscirà a raggiungere i suoi 15 titoli mondiali, essendo fermo a 9 ormai da un po’ di tempo

La carriera e i trionfi di Giacomo Agostini sono diventati adesso un… bel museo, tutti raccolti uno in fila all’altro con tutto il proprio carico di ricordi. Incastonata nel b&b della figlia a Bergamo Alta, la sala trofei del pilota più vincente della storia è pronta ad ospitare tifosi e visitatori, affascinati dai successi ottenuti da ‘Ago’ nel corso della sua vita.

Valentino Rossi
AFP/LaPresse

A margine dell’evento, il 15 volte campione si è soffermato sui piloti più forti della storia della motociclismo, rispondendo alle domande di ‘Repubblica’: “ogni epoca ha il suo campione. Carlo Ubbiali, Mike Hailwood, Jim Redman, Valentino Rossi, Marc Marquez. Come si fa a dire chi è stato il migliore? Oggi tecnicamente sono stati fatti progressi incredibili. E c’è una grande pressione. Ma ai miei tempi c’era la paura: ogni due settimane vedevi un tuo collega morire. I miei 15 titoli mi rendono il più vincente, ma sono consapevole che il sorpasso potrebbe arrivare. Valentino Rossi per ora è fermo a 9, posso azzardare che non mi raggiungerà. Marquez invece ha talento, è giovane, pure troppo spericolato. Meglio che eviti i tanti capitomboli, le cadute non portano mai bene. Comunque due grandissimi campioni”.

Valuta questo articolo

Rating: 1.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE