Mike Fiers
Credits: Instagram @mikefbaby54

Gli Houston Astros, campioni MLB, accusati di barare dall’ex giocatore Mike Fiers: avrebbero usato delle telecamere per spiare e ottenere informazioni sugli avversari

Gli Houston Astros sono finiti nel bel mezzo di un caso mediatico davvero spinoso. L’ex giocatore Mike Fiers ha accusato la squadra, attuale campione in carica di MLB, di utilizzare dei metodi illegali per ottenere dei vantaggi sugli avversari. Secondo quanto spiegato da Fiers a ‘The Athletic’, una telecamera presente nello stadio di casa dei texani, collocata in esterno centro e in asse col due catcher-lanciatore, veniva utilizzata per ottenere informazioni sul tipo di lancio che gli avversari volevano effettuare.

Le immagini, viste su dei monitor da alcuni membri del team, venivano poi segnalate ai battitori degli Astros tramite dei colpi su dei bidoni metallici presenti in panchina: un segnale che faceva capire loro se quello che stava per partire fosse stato un lancio dritto o di un’altra tipologia. Un vantaggio che dunque permetteva al battitore di prepararsi al meglio, evitando ‘l’effetto sorpresa’. Gli Houston Astros hanno fatto sapere di essere pronti a collaborare con l’MLB nell’indagine sul caso per risolvere la faccenda.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE