Lapresse

La battuta di Giorgio Chiellini fa storcere il naso ai tifosi del Milan: il difensore della Juventus ammette la sua fede rossonera da bambino, poi svanita una volta diventato ‘più intelligente’

Nel corso di Junior Reporter, iniziativa in cui la Juventus ha permesso ad alcuni piccoli tifosi di intervistare capitan Giorgio Chiellini, il capitano della Juventus ha risposto ad una particolare domanda che ha fatto storcere il naso ai tifosi del Milan. Il difensore bianconero ha ammesso di essere stato tifoso rossonero da bambino, salvo poi cambiare una volta diventato più ‘intelligente’. Nonostante tifare Milan di questi tempi, visti i risultati altalenanti della squadra, sia una bella ‘prova di coraggio’, i supporter rossoneri non hanno gradito la battuta.

Queste le parole di Chiellini: non dimenticherò mai Juve-Messina 3-0, giorno del mio esordio in bianconero, anche se ho giocato solo una decina di minuti. E poi lo scudetto di Trieste, un’emozione fortissima che rimarrà per sempre dentro di me. Essere diventato capitano di questa squadra, poi, per me è un grande onore. Ho avuto la fortuna di allenarmi con gente come Del Piero e Buffon, a cui ho rubato un po’ di segreti e che mi hanno aiutato molto nella mia crescita. Quando ero bambino, però, ero tifoso milanista. Con il tempo poi sono diventato più intelligente, ma a quel tempo non potevo tifare la stessa squadra di mio fratello. Ma ora è difficile trovare uno più juventino di me. E poi dovete immaginarvi la felicità di mio fratello quando i bianconeri mi acquistarono“.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE