Sarri
Lapresse

Sarri concentrato e con le idee chiare alla vigilia della sfida contro il Sassuolo: le parole dell’allenatore della Juventus

E’ iniziata la 14ª giornata di Serie A di calcio. Reduce dalla vittoria in Champions League, la Juventus si prepara a sfida domani il Sassuolo. Alla vigilia dell’incontro, il tecnico bianconero ha raccontato alla stampa, in conferenza, le condizioni con le quali il team si avvicina a questo appuntamento.

sarri
AFP/LaPresse

Ronaldo ha fatto bene nell’ultima partita, anche a livello di resistenza, ora deve solo crescere a livello di brillantezza. Per noi è una risorsa immensa. Ansia da gol? Chi è abituato a segnare tanto poi ci si meraviglia se non lo fa, ma vale per Ronaldo come per tutti quelli che hanno cifre importanti. E’ un bene se ce l’ha vuol dire che ha motivazioni. Se mi viene il mal di testa a scegliere chi far giocare davanti? Semmai il mal di testa viene a chi ne ha tre scarsi. La situazione era talmente chiara sin dall’inizio e i giocatori lo sanno. L’alternanza davanti è normale, abbiamo 3 giocatori di livello mondiale e stanno facendo tutti molto bene. Non c’è alcun motivo di nervosismo, è chiaro che Ronaldo sia qualcosa di diverso, inutile pensare che tuti i giocatori siano uguali“, ha dichiarato Sarri

maurizio sarri
AFP/LaPresse

Contro il Sassuolo è una partita pericolosissima, veniamo da una partita difficilissima in cui abbiamo speso tanto. Non a caso dopo le ultime due gare di Champions abbiamo sempre sofferto. Hanno un allenatore giovane e forte, ma lo dico da tempo. Ha grandi idee e diventerà un grande. Domani vediamo la situazione complessiva su chi ha bisogno di riposo. Alex Sandro ieri ha fatto tutto l’allenamento con la squadra. C’è da capire se puo’ giocare i 90 minuti. Bernardeschi sta bene, è un giocatore molto utile alla squadra e con grandi qualità tecniche, quindi gli si chiede di più. Cuadrado è fresco. Vediamo i centrali, se c’è uno dei due uscito peggio. Emre Can è una opzione“, ha continuato l’allenatore juventino.

Sarri
Lapresse

Infine non poteva mancare un commento sul Pallone d’Oro: “non so chi lo vincerà. Io penso e spero lo vinca Ronaldo, se non fosse così mi dispiacerebbe ma è un giocatore di un livello tale che sarà sempre in lizza. Spero che De Ligt sia in lizza per vincere fra i giovani (Trofeo Kopa) e credo che in futuro quella di Dybala sia una candidatura seria. A me i premi individuali, soprattutto se dati dai giornalisti, mi interessano poco“, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE