Ramsey
AFP/LaPresse

Il gallese ha spinto in porta la palla dell’1-0 nel match contro la Lokomotiv Mosca, privando Cristiano Ronaldo di un curioso record

Per qualche minuto, il primo gol della Juventus nel match contro la Lokomotiv Mosca non ha avuto un padrone, considerando il tocco di Aaron Ramsey proprio sulla linea di porta.

Ronaldo
AFP/LaPresse

Senza quella ‘scarpata’, la Uefa avrebbe sicuramente attribuito la marcatura a Cristiano Ronaldo, nonostante il clamoroso errore del portiere Guilherme, lasciatosi sfuggire una palla innocua spingendola con il piede verso la rete. Un tocco dunque decisivo quello di Ramsey, diventato il primo britannico a segnare nella massima competizione europea con la Juventus, siglando il gol numero 300 per i bianconeri nella nuova Champions. A masticare amaro però è proprio Cristiano Ronaldo, privato di un singolare record che avrebbe impreziosito la sua stagione. Nel caso il gallese non avesse toccato la palla, CR7 sarebbe diventato il giocatore a segnare al maggior numero di squadre diverse in Champions: al momento è a quota 33 con Raul e Messi, ma con la Lokomotiv sarebbero state 34. Nel post gara Ramsey ha provato a scusarsi, tendendo la mano a Ronaldo: “non volevo togliergli il gol, pensavo che la palla non sarebbe entrata e che il portiere fosse più vicino, per questo ho tirato”.