Antonio Conte
Calcio – Il PSG sarebbe pronto a fare all in su Antonio Conte: il club francese darebbe carta bianca sul mercato all’allenatore azzurro, offrendogli uno stipendio da 11,5 milioni lordi a stagione (AFP PHOTO / Pau Barrena )

Antonio Conte alla vigilia della sfida tra Inter e Spal: le parole del tecnico nerazzurro

Dopo le partite infrasettimanali dedicate alle competizioni europee, le squadre italiane di calcio sono pronte a sfidarsi per la 14ª giornata di Serie A. Reduce dalla vittoria contro lo Slavia Praga, l’Inter si prepara ad affrontare, domani, la Spal.

antonio conte
Jennifer Lorenzini

La Spal utilizza lo stesso nostro sistema di gioco, hanno idee e un allenatore bravo. Dovremo fare grande attenzione, sarà banale ma dopo vittorie importanti come con lo Slavia inevitabile che possa subentrare una forma di appagamento. E questo non deve accadere, sarei molto deluso se accadesse. C’è una crescita nel nostro percorso e dobbiamo dare risposte, la Spal sarà un ostacolo duro da affrontare con il massimo della concentrazione. Vincere questa partita è vitale. La partita di domani vale tre punti, i calciatori lo sanno. Abbiamo grande rispetto per la Spal, nel calcio di scontato non c’è niente. In campo scenderà la formazione migliore. Dobbiamo pensare solo a noi stessi e mettere fieno in cascina“,ha dichiarato Antonio Conte oggi in conferenza stampa.

antonio onte
AFP/LaPresse

Lukaku e Lautaro sono cresciuti molto dall’inizio della stagione quando furono disintegrati dallo Slavia all’andata, ora sono totalmente diversi. Hanno lavorato, stanno imparando a capire in che posizione stare. Merito loro, il gol è la parte finale della prestazione anche se è importante. Tra noi c’è empatia ed entusiasmo, si respira un’aria positiva. Le difficoltà che stiamo avendo nell’ultimo mese e mezzo per le assenze ci hanno cementato. Ci hanno fatto capire che solo avendo fiducia nell’altro compagno si può costruire qualcosa di bello e importante“, ha aggiunto il tecnico nerazzurro.

antonio conte
Tano Pecoraro/LaPresse
LaPresse/Tano Pecoraro

Questo non vuol dire vincere per forza, ma certamente abbiamo una consapevolezza diversa. Siamo a 1/3 del campionato, è presto per tirare le somme. Cerchiamo di dare il massimo, poi ci sarà un momento in cui ci guarderemo e se ci sarà da dire qualcosa lo faremo. Esposito? E’ cresciuto, ho grande considerazione per lui ma non penso a Roma e Barcellona nel mettere la formazione. Vincere domani serve ad affrontare la Roma ancora con grande entusiasmo. Anche i tifosi contro la Spal ci devono sostenere“, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE