Iniesta
AFP PHOTO / Kirill KUDRYAVTSEV

Il centrocampista spagnolo ha rilasciato una lunga intervista in cui ha ammesso di voler diventare allenatore in futuro

La fine della carriera da giocatore si avvicina, ma un’altra da allenatore potrebbe cominciare molto presto. Andres Iniesta sembra avere le idee molto chiare sul proprio futuro, il suo desiderio sarebbe quello di sedersi un domani in panchina, per insegnare quanto imparato nel corso della sua crescita.

Andres Iniesta
AFP PHOTO / Pau Barrena

Intervistato ai microfoni di Marca, Don Andres ha ammesso: “sì, mi piacerebbe provare ad allenare, ma per ora penso ancora a giocare. Per adesso posso dire che vorrei diventare allenatore, per ora però ho la testa per giocare, per cercare di mantenere l’illusione e il desiderio di rimanere in campo. Da lì vedremo, ma è qualcosa che penso di poter provare. Ho imparato molte cose durante la mia carriera dai diversi allenatori che ho avuto, ma soprattutto quello che mi ha sempre colpito è stata l’idea di gioco. Penso che in una mia ipotetica squadra ci sarebbero molti tiri. Ma il calcio è sempre in evoluzione e bisogna adattarsi a tutte le situazioni. Tutti gli allenatori che ho avuto al Barca avevano lo stesso denominatore comune: volevano dominare, combinare, cercare la superiorità. Queste sono le cose con cui ho vissuto e magari vorrei continuare a battere questa strada. Un altro Iniesta? Non ce ne saranno, in quanto non ci sarà nessun altro giocatore come un altro. I miei idoli da ragazzo erano Guardiola e Laudrup ma non sono diventato come loro. Mi sono fatto strada e sono diventato quello che sono. Ogni giocatore con le sue caratteristiche segna la storia e tutti siamo tutti diversi“.