Mazzarri
Tano Pecoraro/LaPresse

L’allenatore granata ha analizzato la vittoria ottenuta contro il Genoa, lanciando una frecciatina a Simone Zaza

Vittoria salutare per il Torino, che torna a respirare superando di misura il Genoa al Ferraris, grazie alla rete di Bremer. Tre punti pesantissimi per i granata, che si portano dietro però il caso Zaza, escluso nonostante il ko di Belotti.

Zaza
Marco Alpozzi/LaPresse

Interrogato sulla questione, Mazzarri non ha risparmiato una frecciata al proprio attaccante: “Zaza? Visto il momento, l’allenatore deve fare delle scelte forti. Gioca chi si allena bene. Avevamo bisogno di ripartire dalle fondamenta, con umiltà. Nel calcio moderno c’è bisogno che corrano tutti: ho messo in campo chi stava meglio, Berenguer è un attaccante rapido e se l’avessimo servito meglio in alcune circostanze avrebbe potuto essere più pericoloso. Le partite sono decise anche dagli episodi, oggi abbiamo pressato alto e non abbiamo dato al Genoa la possibilità di giocare il loro calcio. Abbiamo speso tanto nel primo tempo; poi ci siamo un po’ abbassati e loro hanno giocato tra le linee con un grande calciatore, che è Pandev, mettendoci in difficoltà per un quarto d’ora. Siamo stati fortunati nel non subire gol, oggi avevamo bisogno di essere solidi e di sentire la squadra compatta. Ci siamo però ripresi alla grande, dopo i loro pali, e abbiamo alzato di nuovo il baricentro“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE