max verstappen
photo4/Lapresse

Max Verstappen non si pone limiti: il pilota Red Bull non sarà soddisfatto finchè non vincerà il Mondiale. Del resto vedere vincere sempre Hamilton è… noioso

Max Verstappen è uno dei talenti che rappresenta il presente e il futuro della Formula 1, nonostante al netto di qualche vittoria, sembra ancora difficile immaginarlo con il titolo Mondiale in mano. È solo questione di tempo, di crescita personale: il talento non gli manca e di ambizione ne ha da vendere.

Intervistato dal Corriere della Sera il pilota Red Bull non si dice soddisfatto della sua stagione, non lo sarà finchè non vincerà il Mondiale e ridurrà il gap con gli avversari: “se sono soddisfatto della stagione? Io voglio il Mondiale: non l’ho conquistato, quindi la risposta è no. Lo dico nonostante 2 successi, 5 podi minori e, all’inizio, una buona continuità basata su quarti e quinti posti. Sono costantemente in crescita, però perfino quando vinci puoi fare meglio. La Mercedes è stata miglia e miglia davanti a noi e anche la Ferrari ci ha fatto ombra. Ci riproveremo nel 2020: siamo fiduciosi, ma dobbiamo cambiare passo. Sarà decisivo avere dalla Honda un motore più potente. Rivalità con Leclerc? Non è diversa da quella che ho con altri colleghi, anche se conosco Charles da più tempo. E’ un gran talento, ha la chance formidabile della Ferrari e mi aspetto di lottare a lungo con lui. Siamo giovani e questo è un bene per la F1: stanno arrivando le nuove generazioni, dovete tifare per noi a meno che pensiate che non sia noioso vedere Hamilton arrivare sempre primo“.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE