binotto
Photo4/LaPresse

Mattia Binotto pronto per il Gp del Brasile: l’analisi del team principal Ferrari alla vigilia dell’appuntamento di Interlagos

Mancano ancora due gare al termine della stagione 2019 di Formula 1. Hamilton, fresco vincitore del titolo mondiale, il suo sesto in carriera, arriva in Brasile più motivato che mai, ma dovrà fare i conti con una Ferrari a caccia di riscatto.

binotto
Photo4/LaPresse

Arriviamo al penultimo Gran Premio della stagione dopo la frustrante gara di Austin nella quale non siamo stati in grado di portare a casa il risultato che sentivamo di poter raccogliere. Al sabato con Sebastian abbiamo mancato la settima pole position consecutiva per appena un centesimo, ma se non altro avevamo avuto la conferma che a livello di performance eravamo competitivi come sempre. La domenica il passo gara di Charles nel primo stint è stato mediocre, anche se la prestazione della sua vettura è tornata normale dopo la prima sosta ai box. Con lui cercheremo di gettarci tutto alle spalle e di ripartire dal Brasile, ha dichiarato Binotto alla vigilia del weekend di gara di Interlagos.

Charles potrà disporre di una Power Unit nuova dal momento che la sua si è danneggiata nel sabato di Austin e questo lo ha costretto a montare una unità usata e meno potente per il resto del weekend. Equipaggiare la sua SF90 con una nuova Power Unit significa prendere penalità in griglia, ma se non altro a San Paolo ci aspettiamo di tornare ai livelli consueti di performance e di poter lottare con spirito combattivo per finire in crescendo la stagion. Questo sarà importante per cercare la conferma del fatto che stiamo facendo progressi con la nostra vettura e per provare a portare questo stato di forma nella pausa invernale. So che i nostri piloti e tutto il team sono assolutamente concentrati su questo”, ha concluso il team principal Ferrari.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE