emerson fittipaldi
LaPresse/Photo4

Emerson Fittipaldi elogia l’immenso talento di Lewis Hamiton e analizza la situazione in casa Ferrari: le parole dell’ex pilota

La stagione 2019 di Formula 1 è quasi terminata: Hamilton ha conquistato il suo sesto titolo mondiale domenica scorsa ad Austin, piazzandosi al secondo posto in gara alle spalle del suo compagno di squadra, ma ancora non è arrivato il momento di rilassarsi, perchè mancano le ultime due gare.

Hamilton
Photo4/LaPresse

Un grande campione, Hamilton, ad un passo dal record di sette titoli mondiali di Schumacher: “è fra i grandissimi della storia. Ma, oltre a essere un pilota fenomenale, è anche un importante ambasciatore per questo sport. Lewis trascende la F.1, è un personaggio che può catturare un pubblico più vasto e conquistare nuovi tifosi, soprattutto fra i giovani. Un esempio? Mia figlia Vittoria, che si sta appassionando alle corse, mi ha subito chiesto: “Papà, voglio fare una foto con Hamilton. L’ho conosciuto giovanissimo, durante una gara di F.3 in Germania che seguivo assieme a Norbert Haug della Mercedes. Lui e il papà Anthony mi piacquero subito. Lewis viene da una famiglia semplice, si è imposto solo con le sue forze. Einstein diceva: “Il venti per cento si raggiunge con il talento, il resto con la dedizione e il sacrificio”. Per Hamilton è stato così“, ha dichiarato Emerson Fittipaldi alla ‘rosea’.

leclerc vettel
Lapresse/AFP

Non poteva poi mancare una parentesi sulla Ferrari e i suoi piloti: “sono due piloti molto bravi. Seb resta veloce e Charles è talentuoso. La loro convivenza può fare solo bene alla Ferrari, perché alzano il livello del team, spingendosi a vicenda e suggerendo modifiche alla macchina, in quanto osservano quello che fa l’altro. Penso che la rossa sia migliorata durante la stagione anche grazie a questo. E la vedo fortissima nel 2020. Se manterranno lo stesso vantaggio di motore, credo che per la Mercedes sarà difficile batterla. Quella tra Leclerc e Vettel la considero una concorrenza positiva“.