federer
AFP/LaPresse

Federer domina il terzo e ultimo match del girone e si qualifica alle semifinali delle ATP Finals: Djokovic sconfitto nettamente. Il serbo, eliminato, chiuderà l’anno da n°2 al mondo

L’ultima volta si erano affrontati nella straordinaria finale di Wimbledon che aveva visto Djokovic trionfare in rimonta al termine di un pazzesco quinto set chiuso 13-12 (7-3 al tie-break). Match che ancora dà gli incubi a Roger Federer, deciso quest’oggi a prendersi la sua rivincita. Lo scenario è differente rispetto all’erba di Wimbledon ma siamo sempre a Londra, la superficie è il cemento della O2 Arena teatro delle ATP Finals.

AFP/LaPresse

Ci si aspettava un match combattuto, visti il 48 trascorsi (26 a 22 per Nole), ma le attese sono state clamorosamente smentite. Djokovic sembrava partire favorito nonostante il ko contro Thiem, ma la partita di Federer è stata a dir poco sublime. I 12 ace al servizio sono solo un dettaglio, importante, ma che non basta a descrivere il match dello svizzero sempre attento, concentrato, in una condizione psicofisica invidiabile a dispetto delle 38 primavere.

Bastano 74 minuti a Federer per archiviare la pratica con un netto 4-6 / 3-6 frutto di un dominio assoluto. Djokovic viene eliminato dal torneo e abbandona la possibilità di chiudere l’anno da numero 1 al mondo, possibilità da abbinare solo ad una vittoria del torneo che avrebbe spodestato Rafa Nadal. Federer ha servito la vendetta di Wimbledon ma non solo: l’ultima vittoria su Djokovic era arrivata nel 2015 proprio nel Torneo dei Maestri, prima che il serbo si prendesse la sua rivincita in finale.