AFP/LaPresse

Il figlio del Kaiser ha ammesso di voler un giorno guidare la Ferrari, magari con Charles Leclerc come compagno di squadra

Il grande salto in Formula 1 non è arrivato, nella prossima stagione dunque Mick Schumacher rimarrà nel Team Prema per provare a dare l’assalto al titolo nella categoria inferiore.

leclerc
photo4/Lapresse

Il dodicesimo posto ottenuto quest’anno nel Mondiale di Formula 2 soddisfa fino ad un certo punto il giovane tedesco, che sa di dover migliorare per poter ambire al passaggio nel circus. Le porte per lui si apriranno certamente e, in quel momento, dovrà farsi trovare pronto: “ho la Superlicenza per correre, è incorniciata a casa nella mia stanza, ma non c’è stata davvero un’opportunità per il salto di categoria da prendere in considerazione. Restare in Formula 2 è la cosa più intelligente che potessi fare. Sento di avere imparato tanto e di poter mettere a frutto l’esperienza. Ho vinto in Ungheria, ma ho avuto anche tanti problemi tecnici che mi hanno condizionato e spesso è successo in gara-1, che decide la griglia per quella successiva. Senza i punti persi, avrei finito il campionato in un’altra posizione. Lottare per il titolo è l’obiettivo dell’anno prossimo. Quest’anno ho potuto guidare le Ferrari del 2002 e del 2004, con cui trionfò mio padre. È stato un sogno. Se in futuro penso di poter affiancare Leclerc sulla rossa? Beh, con Charles ho già avuto modo di lavorare e mi trovo benissimo. Perché no…“.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE