nico rosberg
photo4/Lapresse

L’ex campione del mondo ha provato ad analizzare quanto successo durante il Gran Premio del Brasile, soffermandosi sull’incidente tra Vettel e Leclerc

L’incidente tra Vettel e Leclerc avvenuto durante il Gran Premio del Brasile ha quasi oscurato la vittoria di Max Verstappen, catalizzando la quasi completa attenzione della stampa.

Vettel e Leclerc
Photo4/LaPresse

Il contatto fratricida tra i due compagni di squadra della Ferrari ha acceso un focoso dibattito, in cui si è inserito anche Nico Rosberg. L’ex campione del mondo ha parlato di questa vicenda nel suo canale Youtube, esprimendo il proprio punto di vista: “è una situazione orribile per il team, soprattutto se sei un pilota Ferrari, è la cosa peggiore che possa accadere. Da un punto di vista dello spettacolo, noi vorremmo sempre assistere a questo genere di incidenti, perché conferiscono alle gare molto pepe. È stata una grande battaglia, ed è stato fantastico il fatto che la squadra abbia concesso loro di lottare. Charles aveva gomme più fresche, dunque era costantemente più veloce. Ha fatto un grande sorpasso su Vettel all’interno, poi Sebastian ha provato il contrattacco. Ho avuto un incidente simile in passato, ed è una dinamica davvero difficile, perché ognuno cerca di stringere l’altro il più possibile, non lasciando spazio extra. Leclerc aveva già lasciato lo spazio minimo all’esterno. Nel momento in cui Vettel si è posto davanti ha iniziato immediatamente a stringere l’avversario, perché è quello che puoi fare: quando ti porti un po’ davanti tu diventi il pilota dominante e puoi dettare dove andare”.

ferrariL’ex campione del mondo ha poi provato ad individuare il responsabile dell’incidente: “è complicato, ma vedo un po’ meno colpa dalla parte di Leclerc. Dal punto di vista di chi è davanti, pensi di muoverti abbastanza lentamente e di spingere l’avversario all’interno il prima possibile. Dal punto di vista di chi ha l’interno, è difficile vedere che il pilota davanti si sta muovendo verso l’interno. È questione di millimetri, ma quando ti rendi conto che si sta spostando il contatto è già avvenuto. Forse Vettel si è spostato un po’ troppo velocemente“.

Valuta questo articolo

Rating: 4.2/5. From 5 votes.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE