horner
photo4/Lapresse

Il team principal della Red Bull ha confermato la propria fiducia a Pierre Gasly, riuscito a mettersi in luce in questo finale di stagione

Una stagione piena di alti e bassi, cominciata al volante della Red Bull e terminata sul sedile della Toro Rosso. Con il senno di poi, Pierre Gasly non può che essere soddisfatto della ‘retrocessione’, considerando i risultati ottenuti in quest’ultimo scorcio d’annata, ad esempio il secondo posto di Interlagos.

leclerc gasly
Photo4/LaPresse

Piazzamenti che hanno spinto Chris Horner a lanciare messaggi chiari: “Pierre aveva due opzioni: lasciarsi andare completamente oppure cogliere l’opportunità in Toro Rosso. La Red Bull crede ancora in lui, se non fosse così, lo avremmo lasciato senza contratto già quest’estate. Crediamo nel suo talento, motivo per cui è ancora nel nostro pool di piloti. Penso che il nuovo capitolo con la Toro Rosso sia stato un sollievo per lui. Si è presentato in prima squadra con due incidenti nei test invernali. Non è stato facile per lui, perché le aspettative erano molto alte. In alcune gare è andato davvero tutto storto, senza contare che anche i media hanno avuto un effetto sulle sue prestazioni. La pressione è aumentata sempre più e abbiamo pensato che fosse arrivato il momento di riabbassarla. Adesso è bello rivedere che si sta di nuovo mettendo in mostra alla Toro Rosso, grazie al fatto che sta guidando più liberamente e senza pensieri”.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE