Binotto
Photo4/LaPresse

Il team principal del Cavallino ha commentato l’esito delle qualifiche di Austin, esprimendo il proprio punto di vista

Un secondo posto che soddisfa fino ad un certo punto la Ferrari, riuscita a strappare con Sebastian Vettel la seconda fila sulla griglia di partenza del Gran Premio di Austin.

Vettel
Lapresse

Il tedesco si ferma a dodici millesimi dalla pole position, conquistata da Valtteri Bottas grazie ad un giro perfetto. Una piccola delusione per Binotto, che ha espresso le proprie sensazioni ai microfoni di Sky Sport F1: “Charles è stato sfortunato questa mattina per colpa nostra, ha perso l’intera sessione. Quando le qualifiche sono così ravvicinate anche l’esperienza del mattino è fondamentale. Abbiamo cambiato in modo significativo l’assetto rispetto al venerdì e non ha avuto modo di provarlo. Si è trovato direttamente in qualifica in condizioni nuove. Abbiamo usato le medie in Q2 e poi si è trovato direttamente in Q3. Sono convinto che se avesse potuto girare nelle FP3 avrebbe potuto fare una qualifica migliore, forse anche la pole. Arriviamo da tante pole consecutive e ce la volevamo giocare. Volevamo allungare la serie. Credo che Bottas abbia fatto un giro fantastico ed un ultimo settore ottimo. La differenza è stata minima così come accaduto nelle ultime qualifiche, quindi non è sorprendente non vedere una Ferrari in pole.

Leclerc
Photo4/LaPresse

In vista della gara, Binotto ha ammesso: “cercheremo di invertire la tendenza delle ultime gare, partire davanti non ci ha portato bene di recente, chissà se riusciremo a fare qualcosa di meglio domani. La gara è lunga, conterà il ritmo di gara e la gestione gomme.  Noi siamo migliorati rispetto a ieri, ci siamo preparati per la corsa e credo che anche Charles potrà fornire una buona prova avendo preso confidenza con la vettura“.